6 dicembre: “Como la vedi?” Punti di vista giovani per la città

como la vediNella più totale assenza di politiche rivolte ai giovani da parte dell’amministrazione comunale, non resta che affidarsi alla libera iniziativa di gruppi ed associazioni.  Giovedì 6 dicembre dalle 18,30 al centro civico di via Collegio dei Dottori si terrà un “world cafè”, pensato per esprimere punti vista giovani per la città. Per qualche ora, nel bel mezzo della città dei balocchi, ci sarà spazio anche per sogni e bisogni, forse meno natalizi, ma senz’altro più concreti.

L’incontro è organizzato da Cooperativa lotta contro l’emarginazione  (che gestisce l’unico centro di aggregazione giovanile rimasto attivo in città, L’Oasi di Rebbio) Cooperativa sociale Il SemeMeetOrienta e Lario Hub 57

Il world cafè è una modalità di incontro e discussione che favorisce la partecipazione e la condivisione delle idee; per approfondire le modalità di funzionamento leggi qui.

Il panorama degli interventi pubblici a favore dei giovani, in questa città, è desolante. Anche le questioni più normali – e trasversali alle generazioni – come la gestione degli impianti sportivi e l’offerta culturale, vengono affrontate senza una cura particolare per le esigenze degli under 30.

Non parliamo poi dei servizi “dedicati”: l’ultima perla è la chiusura dello spazio giovani La Pineta di Sagnino, che rappresentava un punto di aggregazione importante, in un ambito periferico dove non mancano situazioni di disagio. In Pineta queste problematiche venivano affrontate senza ghettizzazioni, con proposte aperte a tutto il quartiere, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, in sinergia con la Parrocchia e con le altre associazioni. Tutto questo a luglio è finito, e si apprende da una sconsolata Patrizia Lissi che l’assessore Caldara liquida la questione con un burocratico “Per i giovani non c’ è piú progettualitá da spendere”. Tutto un programma, dalla sintassi al contenuto. Vale la pena di ricordare che anche la Giunta Lucini si era dibattuta nelle difficoltà economiche, senza però mai arrivare alla chiusura dei servizi ed anzi realizzando uno studio dal titolo “I giovani al centro” sul quale gli uffici avevano costruito un bando di gara per l’assegnazione dei servizi per un triennio. Quel bando venne lasciato scadere e la Giunta Landriscina non ha finora provveduto a farne un altro, però ha provveduto a “tagliare”.

Fortunatamente, la città non aspetta i comodi di un’amministrazione che ha come problema vitale un’inutile commissione sulla “sicurezza”.

I soggetti che sul territorio producono sicurezza vera, giorno dopo giorno, offrendo risposte ai bisogni, trovano anche il tempo di  incontrarsi e riflettere. Ci auguriamo che almeno stavolta l’amministrazione, che ha appena nominato il nuovo Assessore alle politiche giovanili  (il terzo in 18 mesi…..) sia in grado di ascoltare e, sperabilmente, di agire di conseguenza. [Massimo Patrignani – Ecoinformazioni]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...